Politica di trasparenza di C.R.O. srl

1 - Modalità di Adempimento legge 24 del 2017 "Legge Gelli Bianco"

Come previsto dalla Legge n. 24 dell'8 marzo 2017 (“Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”) sono pubblicati in questa sezione i dati in materia di responsabilità professionale (copertura assicurativa o forma analoga prevista per legge e risarcimenti erogati nell'ultimo quinquennio da questa Struttura sanitaria). La pubblicazione viene effettuata in forma anonima in adempimento anche alle disposizioni in materia di protezione dei dati personali di cui al D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e di cui al Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”). Questa Struttura sanitaria per quanto attiene alla RCT si avvale della copertura della compagnia assicurativa Lloyds (Numero Contratto GK22D0501A3278A-LB). Il limite di indennizzo per le garanzia RCT ed RCO (per ogni e ciascun sinistro) è di 2.000.000 euro. E' presente una franchigia pari a 2500 euro. Non si registrano sinistri relativi agli ultimi 5 anni di attività.

2 - Richiesta Copia Cartella Clinica o altra documentazione sanitaria

I soggetti legittimati possono richiedere una copia della cartella clinica e/o di altra documentazione sanitaria compilando l’apposito modulo o ritirandone una copia presso l’Accettazione dell’Istituto.

Il modulo compilato in tutte le sue parti, sottoscritto dal soggetto legittimato, può:

  • essere consegnato all’Amministrazione – Piazzale Porta al Prato 34 – telefono 055-215113 oppure

  • inviato via PEC all’indirizzo crosegreteria@registerpec.it

I tempi previsti per la consegna delle copie richieste sono di un massimo di 7 giorni (30 giorni nel caso in cui vi sia da attendere parti integrative della documentazione da produrre), ai sensi della Legge 24 del 03 marzo 2017.

Per qualsiasi informazione relativa al procedimento di rilascio della cartella clinica o altra documentazione sanitaria può contattare il numero di telefono 055-215113 oppure recarsi di persona presso l’Amministrazione.

Nel caso in cui non siano rispettati i tempi di rilascio sopra indicati potrà essere contattato l’Ufficio competente per l’adozione del provvedimento finale, secondo quanto previsto dalle modalità di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013, inviando i dati, le informazioni o i documenti richiesti alternativamente a:

  • Via PEC all’indirizzo crosegreteria@registerpec.it

  • Via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito

  • Di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito

Titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta, è L’amministratore Delegato di C.R.O. Firenze., contattabile all’indirizzo di posta elettronica direzione@cro.firenze.it

Gli oneri per il rilascio della cartella clinica dovranno essere versati presso lo sportello dell’Amministrazione, se il ritiro avviene da parte dell’intestatario o da persona delegata, oppure in contrassegno all’atto della ricezione della documentazione, se si è optato per l’invio a mezzo raccomandata della documentazione.

Il rilascio della documentazione clinica è consentito secondo le seguenti modalità:

  • All’Intestatario della Documentazione Clinica in possesso del documento d’identità valido;

  • Ad altra persona munita di documento d’identità valido, di delega scritta compilata dall’Intestatario della Documentazione Clinica, documento di riconoscimento appartenente all’intestatario della Documentazione Clinica;

  • In caso di paziente deceduto, solo agli aventi diritto (legittimi eredi) muniti di documento di identità valido, a seguito di presentazione di atto notorio.

3 - Accesso Civico

Ai sensi dell’articolo 2-bis, comma terzo e degli articoli 5 e seguenti del D. Lgs. 33/2013, la società riconosce il diritto di accedere ai dati, documenti e informazioni entro i limiti di quanto previsto dal D. Lgs. 33/2013, attraverso gli istituti dell’accesso civico semplice e dell’accesso civico generalizzato.
Le strutture sanitarie private accreditate sono soggette al diritto di accesso civico in relazione ai soli dati, documenti e informazioni relativi allo svolgimento dell’attività di assistenza sanitaria.
Ai sensi di quanto previsto dagli articoli 5 e ss. del D. Lgs. 33/2013, la società si riserva di dare comunicazione delle richieste pervenute agli eventuali controinteressati e di dare diniego alle richieste di accesso per le ragioni e i motivi indicati dalla legge.
Ai sensi dell’art. 5, comma 4, del D. Lgs. 33/2013 il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dalla società per la riproduzione su supporti materiali.
Le richieste di accesso ricevute sono riportate in apposito registro.

Accesso civico semplice – Modalità di presentazione delle richieste

L’accesso civico semplice (art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria, qualora sia stata omessa la loro pubblicazione.

Il competente per l’accesso civico semplice è il direttore di struttura.

La richiesta di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013, dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • Via PEC all’indirizzo crosegreteria@registerpec.it

  • Via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicati sul presente sito

  • Di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito

Titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta, è L’amministratore Delegato di Centro Rieducazione Ortofonica srl, contattabile all’indirizzo di posta elettronica direzione@cro.firenze.it

Accesso civico generalizzato – Modalità di presentazione delle richieste

L’accesso civico generalizzato (art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni ulteriori rispetto a quelli che la Società è obbligata a pubblicare, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti e dei divieti di legge.

Il competente per l’accesso civico generalizzato è il direttore di struttura.

La richiesta di accesso civico generalizzato ai sensi dell’art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013 dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • Via PEC all’indirizzo crosegreteria@registerpec.it

  • Via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicati sul presente sito

  • Di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito

4 - Liste di Attesa

Centro Rieducazione Ortofonica srl eroga per il 90% circa della propria attività di riabilitazione ambulatoriale prestazioni a “gestione pubblica”, ossia nei confronti di pazienti selezionati e inviati direttamente dai Presidi Pubblici del SSR. Rientrano in questa tipologia, quindi, i pazienti che devono eseguire prestazioni di logopedia e neuropsicomotricità in erogazione congiunta delle prestazioni con l’Azienda USL Toscana Centro. Su indicazione della USL Toscana Centro C.R.O. non gestisce la lista di attesa ed accesso al servizio, ottenendo i nominativi da inserire nel piano trattamenti direttamente dalla USL al momento in cui si libera un posto.

Per quanto riguarda l'attività specialistica ambulatoriale, essa viene erogata con prestazioni a gestione pubblica solo per 10% circa ed in questo caso le liste di attesa vengono gestite direttamente dal CUP metropolitano.

5 - Politica Parità di Genere

Centro Rieducazione Ortofonica crede fermamente nei valori dell’inclusività, della parità di genere e della non discriminazione ed integrazione all’interno dei contesti sia aziendali che sociali. C.R.O. è consapevole che è necessario cogliere il grande valore di un pieno empowerment femminile tanto che i suoi dipendenti sono per oltre il 90% donne. Più lavoro femminile significa energie inespresse finalmente liberate, la qualità di una contribuzione piena, delle donne e degli uomini, al benessere e allo sviluppo dell'Azienda.

6 - Rischio Clinico

Qui riportiamo l'ultima relazione di rischio clinico Relazione Rischio Clinico elaborata.