Titolazione della CPAP

Una procedura fondamentale adesso eseguibile anche a domicilio

Definizione di Titolazione

Per titolazione del dispositivo CPAP si intende una attività clinica, svolta sotto il diretto controllo di un medico specializzato, volta a identificare le pressioni di esercizio a cui la macchina deve essere impostata per garantire la migliore resa terapeutica.
Per usare un termine più comune si potrebbe indicare questa attività come taratura del dispositivo.

Contrariamente da quanto si potrebbe immaginare, la pressione ideale della macchina non dipende dalla gravità della sindrome delle apnee notturne rilevata durante polisonnografia. In altre parole, non è detto che un paziente con un indice apnoico molto elevato abbia bisogno di una CPAP che lavora a pressione più alta rispetto ad un paziente con un numero minore di apnee per notte.

Quanto tempo occorre per impostare la CPAP

L’identificazione della pressione di cura ideale necessita di almeno 7 notti di osservazione. Durante questo arco di tempo il dispositivo CPAP viene “lasciato libero” di spaziare tra una pressione minima ed una massima stabilite dal medico.

Modalità di esecuzione

SIM

I moderni dispositivi CPAP permettono di seguire l’andamento di queste “notti di adattamento” a distanza, mediante una connessione internet ed una piattaforma cloud. Durante questo periodo di adattamento il medico specializzato può modificare, sempre da remoto, tutti i parametri di cura fino ad ottenere il massimo risultato terapeutico ed il maggior confort per il paziente.
Presso il Nostro Istituto, grazie all’utilizzo di CPAP di ultima generazione, è possibile eseguire la titolazione dormendo comodamente a casa. Un tecnico incaricato porterà il dispositivo direttamente al domicilio del paziente e lo lascerà in comodato d’uso per 7-10 giorni. Il paziente dovrà soltanto acquistare la maschera da utilizzare con la CPAP e potrà farlo direttamente dalla ditta al momento della consegna. Tutto il resto verrà fatto direttamente dal medico.

Cosa fare dopo la messa a punto

Ma la taratura della CPAP va eseguita una volta sola? È importante sottolineare che le pressioni ideali possono variare nel corso del tempo. Per esempio, a seguito di un vistoso dimagrimento potrebbe essere necessario ridurre le pressioni di esercizio. È quindi fortemente raccomandato mantenere attivo il controllo telemetrico delle pressioni in modo che il medico possa modificarle in caso di necessità, mantenendo la terapia efficace. Al fine di rendere il processo di cura il più lineare possibile, il paziente potrà decidere di trattenere il dispositivo fornito per la titolazione sottoscrivendo un abbonamento mensile di controllo telemetrico. L’abbonamento potrà essere attivato dal paziente comodamente da casa alla fine del periodo di adattamento e garantirà al paziente, oltre al controllo medico da remoto, una visita in ambulatorio ogni 12 mesi di abbonamento, il comodato d’uso di un dispositivo CPAP di ultima generazione e assistenza medica via mail. Il paziente non dovrà quindi occuparsi di nulla se non di chiamare l’assistenza tecnica in caso di problemi con il dispositivo in comodato. In caso di problemi tecnici non risolvibili, il dispositivo CPAP potrà essere sostituito con un dispositivo con caratteristiche analoghe o superiori senza alcuna spesa da parte del paziente.

Costo della Titolazione CPAP

Presso il Nostro Istituto la Titolazione viene eseguita in telemetria al costo di 49 euro ed ha la durata di una settimana. Ricordiamo che la procedura è eseguibile solo se il paziente ha un dispositivo Auto-CPAP Resmed di ultima generazione. Qualora il paziente non fosse in possesso del dispositivo, L'Istituto può fornirlo in comodato d'uso per lo stretto tempo necessario alla titolazione. In seguito il paziente potrà decidere se attivare uno dei nostri pacchetti telemetria per continuare ad essere tenuto sotto controllo medico durante l'esecuzione del trattamento.

Attenzione

Le informazioni contenute nel sito hanno esclusivamente scopo informativo, possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento, e comunque in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento. Le informazioni contenute nel sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.